Serata dedicata alle “Donne di Monferrato”

MURISENGO. “Donne di Monferrato” era il titolo del meeting conviviale del Lions Club Val Cerrina svolto martedì sera nella sede di San Candido con la partecipazione del past Goverrnatore Distrettuale Maurizio Casali, del vice Governatore Alfredo Canobbio e di numerosi e qualificati ospiti. Il presidente Franco Osta, dopo le formalità istituzionali affidate al cerimoniere, ha aperto l’incontro ringraziando per la loro adesione le imprenditrici presenti e Claudio Galletto nel ruolo di moderatore il quale ha coordinato la serata proponendo e commentando la carrellata di interventi delle protagoniste appartenenti all’imprenditoria femminile della zona, accompagnando le esposizioni con significative immagini. Ognuna ha raccontato il proprio impegno operativo, proponendo iniziative volte alla creazione di nuove opportunità a sostegno e sviluppo del Monferrato.

Le protagoniste della serata con Flavia e Franco Osta, Claudio Galletto e il Primo Vice Governatore Alfredo Canobbio

 La prima intervistata in ordine alfabetico è stata Laura Beccaria di Ozzano, impegnata nel settore vitivinicolo  nell’azienda agricola di famiglia Davide Beccaria fondata nel 1932, che ora ha anche il prestigioso riconoscimento di Fattoria didattica. “Serve la conoscenza del territorio di cui i monferrini stessi devono farsi promotori” ha asserito Laura.  Cristina Durio di Cerrina nel 2009 ha fondato una sartoria che si è ampliata con una produzione di qualità ed un marchio conosciuto anche all’estero (Giappone, Taiwan, Russia …) ed è in fase espansiva, ma c’è difficoltà a trovare lavoratori locali del settore per cui sarebbe auspicabile ritornare all’apprendimento dei mestieri attivando corsi adeguati. Maria Rosa Dughera da dieci anni è il sindaco di Mombello ed ha alle spalle una importante esperienza lavorativa dirigenziale e consultiva. Manifesta problemi per offrire servizi con le scarse risorse a disposizione per cui servirebbe una rete fra i comuni per meglio razionalizzare le risorse e organizzare utili corsi di formazione lavorativi. Elisa Guttero vive con i genitori a Camino dove ha intrapreso un’attività di “incoming” riconvertendo immobili in un uso di accoglienza, in presenza del dilagare dello spopolamento dei paesi collinari ormai privi di negozi e di mezzi di trasporto pubblici: “Seguo i turisti consigliando tour personalizzati e cerco di farli ritornare e viverci. Il turismo stanziale genera lavoro e utili per tutti”. Giulia Miglietta è la figlia del titolare del noto salumificio di Serralunga di Crea in cui si creano prodotti di eccellenza, e partecipa con mansioni in diversi settori operativi, fra cui organizzare la rete di vendita. Rivolgendosi alle colleghe ha detto: “Continuiamo a vederci e a lavorare in sinergia per far conoscere il Monferrato che è quasi sconosciuto e spesso confuso con le Langhe”. Elisa Belvedere Mazzetti esponente con le due sorelle della storica distilleria d’Altavilla impossibilitata ad intervenire di persona ha fatto pervenire la proposta di un portale web dove gli attori pubblici e privati inseriscano le offerte turistiche e gli eventi per informare i visitatori italiani e stranieri.

 In chiusura di serata Alfredo Canobbio si è congratulato con il presidente Osta per la riuscita del convegno che rientra a pieno titolo fra le finalità dei Lions di contribuire con iniziative per valorizzare il territorio. Franco Osta ha rimarcato la competenza dimostrata da Claudio Galletto di ottimo moderatore ed ha espresso l’apprezzamento per l’attività svolta con passione e competenza da ognuna delle imprenditrici, tutte dotate di alta capacità comunicativa dimostrata nei rispettivi interventi ed anche nel suggerire originali e utili proposte atte allo sviluppo economico e turistico del Monferrato.

Mario Giunipero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *